Accesso Utente

Commenti recenti

Uptime del sito

Home | Argomenti | Scienza Psiche e Società

Psichiatria

«Via la guardia giurata, non è un centro militarizzato»

PESCARA. Via la guardia armata dal centro di salute mentale (Csm) del distretto sanitario ex Baiocchi di Pescara nord. Un «controllo di frontiera che offende i pazienti che ogni giorno si recano a..

Continua a leggere su "Il Centro"

Stress da migrazione e nuove disabilità

Se già c’è un 30, 40% di migranti che arrivano in Italia con un alto grado di stress post traumatico – spiega il dottor Giancarlo Santone, psichiatra responsabile del SAMIFO - c’è poi un altro buon 20% che tra centri d’accoglienza sovraffollati e l’incertezza di un futuro, in Italia sviluppa un pesante stress d’adattamento.

Discovery Channel - La Schizofrenia, Vite rubate

Il Lobotomista - Gloria e misfatti del Dott. Walter Freeman

Criticità, disagi e disfunzioni nel servizio psichiatrico di Lanciano

L’Associazione "Percorsi" di Lanciano:

premesso che il personale preposto al Centro di Salute Mentale e alle attività riabilitative sul territorio non vi è nulla da eccepire sulla disponibilità ed impegno su quanto di loro competenza (ad eccezione di qualcuno).

Denuncia

Matti per il Calcio 2016

Grande evento per la "Percorsi" e per l'ASD omonima, che hanno unito le loro forze per partecipare alla decima edizione della Rassegna nazionale “Matti per il calcio”, organizzata dalla UISP nazionale, tenutasi dal 22 al 24 settembre 2016 a Montecatini terme (PT), rappresentando quindi la UISP Abruzzo-Molise. Sono scese in campo 16 squadre di calcio a 7 formate da persone con disturbo mentale, operatori, medici dei Centri e dei Dipartimenti di Salute Mentale di tutta Italia, nonché delle Associazioni e polisportive che quotidianamente operano nel campo della riabilitazione psichiatrica. Oltre 300 persone in tutto che sono confrontate in una location di tutto rispetto, lo stadio Daniele Mariotti di Montecatini terme.

Un emendamento riapre stagione Ospedali Psichiatrici Giudiziari

La lettera aperta di StopOpg:
Al Ministro della Giustizia on. Andrea Orlando
Al Sottosegretario alla Salute on. Vito De Filippo p.c. Al Commissario per il superamento OPG on. Franco Corleone Roma, 4 agosto 2016 

Gentile Ministro, gentile Sottosegretario, abbiamo appreso che è stato approvato al Senato un 

emendamento al Disegno di Legge 2067 (su garanzie difensive, durata dei processi, finalità della pena ecc), che rischia di riaprire la stagione degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari.
L’emendamento in questione ripristina la vecchia normativa (quindi ante: legge 81/2014, Dpcm 1.4.2008 allegato C, Accordo Conferenza Unificata 13.11.2011), disponendo il ricovero nelle Rems esattamente come se fossero i vecchi Opg. Se non si rimedia, saranno inviati nelle strutture regionali, già sature, i detenuti con sopravvenuta infermità mentale e addirittura quelli in osservazione psichiatrica.
Invece di affrontare il problema della legittimità delle misure di sicurezza provvisorie decise dai Gip, e di quelle che rimangono non eseguite, si ipotizza una violazione della legge 81 ripristinando la logica e le pratiche dei vecchi Opg. Un disastro cui bisogna porre riparo. Non solo si ritarda ulteriormente la chiusura degli Opg rimasti aperti (Montelupo Fiorentino e Barcellona Pozzo di Gotto) ma così le Residenze per le Misure di Sicurezza (Rems) diventano a tutti gli effetti i nuovi Opg.

Il Centro di salute mentale di Penne una eccellenza nazionale

Penne, il servizio nella struttura del Carmine conta più prestazioni di Pescara con terapie all’avanguardia in collaborazione con l’università di Amburgo

Leggi articolo su "Il Centro"

Hotel della Asl chiuso da 12 anni chiesti 180 mila euro di danni

La procura della Corte dei conti accusa l’ex direttore generale D’Amario e un ex dirigente L’imputazione: «Non hanno venduto una struttura inutile». La difesa: «Ricostruzione falsa»

Leggi articolo su "Il Centro"

ROAMER - PROGETTO EUROPEO DI RICERCA SULLA SALUTE MENTALE

http://www.roamer-mh.org/

Mental and brain disorders represent the greatest health burden to Europe—not only for directly affected individuals, but also for their caregivers and the wider society. They incur substantial economic costs through direct (and indirect) health-care and welfare spending, and via productivity losses, all of which substantially affect European development.