Accesso Utente

Commenti recenti

Uptime del sito

Home | Argomenti | Scienza Psiche e Società | Sociologia (105)

Welfare

Supported Employment Resource KIT ovvero tutto quello che avreste sempre voluto sapere sul supporto attivo all'impiego e non avete mai osato chiedere

Risultati immagini per supported employment kitPerchè partecipare in un impiego supportato?

Quando la gente si sente bene riguardo un lavoro che ha, vede se stessa in maniera più positiva; il lavoro cohferisce struttura e routine; avere una entrata le conferisce più scelte riguardo cosa comprare e dove vivere.

Come funziona l'impiego supportato?

Consumer Choice: nessuno è escluso dal partecipare;

Competitive Jobs: specialisti di impiego aiutano le persone a trovare lavori sul mercato aperto che paghino almeno la paga minima e che ognuno potrebbe essere in grado di avere senza riguardo allo stato di disabilità;

Benefits Counseling: specialisti di impiego aiutano a comprendere quali benefici di assistenza sociale sono interessati dal lavoro; la maggior parte delle persone sono capaci di lavorare e continuano a ricevere i benefici;

Supporto tempestivo specialisti di impiego supportato aiutano le persone a cercare lavoro subito dopo l'ingresso nel programma;

Supporto continuo una volta che il lavoro è trovato, specialisti di impiego offrono un supporto ininterrotto, se necessario;

Preferenze dell'utente: le scelte riguardo il lavoro si fondano sulle preferenze della persona, i suoi punti di forza ed esperienze.

L’integrazione ed il coordinamento dei servizi sono indispensabili per rafforzare i progressi in direzione del Recupero

integration_forumLabSoNessun trattamento da solo o soluzione rapida è sufficiente di per sé a recuperare stili di vita funzionali e soddisfacenti per le persone con disordini mentali seri e persistenti. Poiché è necessario tutto un armamentario di trattamenti per i problemi multidimensionali che sono connessi con la disabilità, la integrazione ed il coordinamento sono elementi chiave per acquisire il recupero.

Trattamenti farmacologici e psicosociali devono essere integrati a tre livelli: 1) Paziente 2) operatori o team di trattamento del paziente 3) agenzie che somministrano vari servizi nel contesto di un autentico sistema di cura.

Integrazione a livello di paziente

Al livello più semplice, la integrazione potenzia la efficacia del trattamento farmacologico e di quello psicosociale; i pazienti devono essere formati a comprendere come i farmaci ed i trattamenti psicosociali possano essere in mutua collaborazione od in conflitto. Gli effetti collaterali della medicina, come sedazione, tremore, acatisia, possano interferire col trattamento psicosociale. Situazioni come queste richiedono forme di accomodamento, con modifiche nel tipo o nelle dosi della medicazione, con o senza concomitanti cambiamenti nel trattamento psicosociale; d’altro canto una superstimolazione di trattamento psicosociale può portare ad una esacerbazione dei sintomi psicotici o depressivi che può condurre ad una ricalibrazione del trattamento psicosociale e/o ad un aumento nel regime delle medicazioni.

Lavoro e persone con disabilità - Antonio Caputo - Difensore Civico Regione Piemonte

Care/i cittadine/i, il significato profondo delle parole che aprono la nostra Costituzione, "L'Italia e' una Repubblica democratica fondata sul lavoro", comporta che quando il lavoro non c'e', quando viene negato o sfigurato sono gli stessi fondamenti di libertà, democrazia, rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali ad essere messi in pericolo: il lavoro, condizionando l'autonomia, l'integrazione sociale, ovvero l'esistenza e la dignità delle persone, costituisce elemento chiave per garantire concret