Accesso Utente

Commenti recenti

Uptime del sito

Home | Argomenti | Terapie e Riabilitazione

Rapporto con gli operatori

Carico e Stigma delle Famiglie - Insoddisfazione

supporto famigliaIn uno studio scientifico (Lefley 1989) è stato discusso di entrambi gli aspetti: gli oneri familiari e lo stigma familiare associato con le malattie mentali maggiori; si è notato come la enfasi sulla famiglia in termini di esperienza della malattia mentale è cambiata dall’essere considerata come causa dei disturbi a quella di “potenziale fattore precipitante di ricaduta”; Lefley riportò anche che le famiglie temono, talvolta a ragione, che il comportamento del congiunto con disturbo mentale vada a detrimento della loro reputazione come individui e come famiglia , mettendo a repentaglio le loro relazioni con amici e vicini; a causa di tale stigma i membri della famiglia desiderano distanziare se stessi dal loro congiunto, ma spesso  si sentono in colpa se lo fanno.

In un altro studio (Marsh e colleghi 1996) la metà dei genitori e dei coniugi delle persone ospedalizzate per una malattia mentale ha riportato di tenere nascosta la ospedalizzazione in qualche misura; infatti una porzione significante dei membri della famiglia ha riportato di credere che le altre persone li stessero evitando, suggerendo la sussistenza di una forte consapevolezza di stigma da parte dei familiari.

Le quattro fasi canoniche del Recupero familiare - La N.A.M.I. degli U.S.A.

nami usaNello sforzo di aiutare gli utenti e le loro famiglie, potrebbe essere utile riconoscere che, come l’individuo con malattia mentale, anche le famiglie potrebbero attraversare un processo di Recovery; un “Recupero Familiare” può essere descritto come un obiettivo essenziale per aiutare le persone con malattia mentale e le loro famiglie; Spaniol e Zipple

Favorire interesse, favorire comprensione - Strategie motivazionali ed educazionali in un programma Evidence-based

become-an-instructorGli operatori fanno uso di specifiche abilità cliniche per aiutare gli utenti ad imparare le informazioni e le abilità nel curriculum di un programma IMR o WSM; queste abilità includono strategie motivazionali ed educazionali

Strategie motivazionali

Le strategie motivazionali si riferiscono alla domanda fondamentale sul perché gli utenti  dovrebbero essere interessati ad apprendere le informazioni e le abilità comprese nel curriculum IMR o WSM; se gli utenti non considerano l’apprendimento di certe informazioni e abilità come cosa rilevante, essi non saranno motivati all’apprendimento.

Non dare mai per scontato che gli utenti siano motivati ad apprendere e sviluppare abilità di Recupero; sviluppare tale motivazione è fattore critico per insegnare ogni argomento del curriculum IMR o WSM; per questa ragione per ogni punto del curriculum vengono suggerite strategie motivazionali specificamente adattate all’argomento in questione.

Il lavoro sociale di rete nella salute mentale (parte I)

Il case management comunitario introduce nell’assetto delle cure per la salute mentale una prospettiva di rete, cioè la possibilità opportunità di ampliare lo sguardo non solo nei confronti della famiglia, ma anche delle reti sociali, cioè delle relazioni signi?cative del paziente (famigliari, parente, amici, vicinato).  Il modello d’azione dell’intervento di rete ha  sue due fondamentali dimensioni: l’esplorazione e la mobilitazione delle reti sia primarie che secondarie, con i relativi strument