Accesso Utente

Commenti recenti

Uptime del sito

Home | Gruppi e Sedi territoriali | Lanciano

Progetto "AllegraMente" - Attività dell'Associazione

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

La sezione di Lanciano dell'Associazione Percorsi, in stretta collaborazione con la ASL di Lanciano-Vasto–Chieti, (Centro di Salute Mentale di Lanciano), si occupa da tempo della gestione di attività riabilitative per pazienti con disagio psichico. Essa è nata da un’idea dei famigliari che, in collaborazione con esperti di attività teatrali, sportive e ricreative, intende offrire possibilità di inserimento sociale ai pazienti seguiti dal centro con l’attivazione di iniziative per loro sostenibili.

Sebbene gli obiettivi riabilitativi in riferimento all’acquisizione di abilità individuali siano stati raggiunti, quelli relativi al miglioramento delle relazioni sociali e dell’inserimento nel contesto risultano ancora difficili. Con le attività riabilitative i ragazzi hanno creato un vero e proprio gruppo che ora ha necessità di “uscire” all’esterno e relazionarsi in contesti diversi da quelli finora sperimentati, per compiere un ulteriore passaggio verso l’integrazione e l’autonomia.

L’integrazione sociale di disabili psichici nel tessuto della comunità è un processo difficoltoso e complesso. Essa vuol dire dare voce e spazio a interessi, emozioni, desideri, condivisione di speranze e esperienze, ma anche offrire opportunità di relazione poiché l'handicap, più che un ostacolo fisico o legato alla patologia, è proprio una barriera alla capacità di essere in relazione con altri, di vivere alla pari la vita di tutti i giorni come gli altri e con gli altri.

Con questo progetto si vuole facilitare le relazioni organizzando momenti di socializzazione per consentire alle persone disabili di misurarsi e vivere la quotidianità in generale e, in particolare, la vita pubblica a contatto con coetanei in situazioni di divertimento e di incontro. Una serata in pizzeria, discoteca o al cinema per molti di noi sono cose scontate, per tanti altri non lo sono. Integrare in una comunità, vuol dire anche facilitare l’accesso a opportunità di questo tipo che, pur nella loro semplicità, in realtà rappresentano spesso grandi ostacoli.

Attraverso il contributo del Centro Servizi Volontariato di Chieti e la rete con cooperative sociali e la comunità (partenariato realizzato in anni di lavoro sul territorio), saranno costruite opportunità di socializzazione per il gruppo dei ragazzi di Percorsi Lanciano. Esse consisteranno in uscite periodiche mensili in locali di Lanciano e comprensorio, organizzate in base agli interessi dei diretti interessati, tendenze (discoteche, spettacoli, eventi sportivi, feste, ecc,), le novità o qualunque altro evento interessante.

Il gruppo dei ragazzi sarà seguito da due operatori (psicologi), accompagnato con mezzi adeguati se necessario, in situazioni di assoluta normalità e non costruite appositamente. Il lavoro degli psicologi sarà di aiuto e di osservazione senza atteggiamenti direttivi o educativi o protettivi con l’intento di offrire la possibilità di misurare la capacità di relazione in situazioni esterne a quelle di un centro educativo, di un istituto o familiare. L’apporto del partenariato, in base alle sue specificità, sarà di supporto per creare una cornice di quotidianità; intervenendo per fornire aiuto logistico e contribuire con soci e volontari a creare un clima cordiale ma vero intorno ai ragazzi. In tal senso, Croce Arcobaleno fornirà i mezzi di trasporto quando necessario, Praticabile si occuperà della organizzazione degli appuntamenti, gli altri partner collaboreranno alla realizzazione degli eventi, il Consorzio Coop. Sociali SGS effettuerà la supervisione degli operatori e metterà a disposizione il proprio modello educativo.

L’aspetto innovativo è sostanzialmente nelle modalità di organizzazione e realizzazione delle attività che presuppongono non eventi specifici ma la partecipazione dei ragazzi alla vita della comunità, in base ai propri interessi e desideri. Il supporto consiste, infatti, nel fornire gli aiuti assolutamente necessari per realizzare in sicurezza gli appuntamenti e consentire ai ragazzi di partecipare senza problemi.

L'obiettivo generale del progetto sta nell'incrementare la capacità dell’Associazione e del partenariato di incidere nelle competenze sociali della comunità, incentivando la comprensione e la solidarietà attiva verso la disabilità psichica, nell'incentivare le imprese e gli esercizi gestori di pubblici esercizi nell’accoglienza e nella partecipazione a progetti di integrazione sociale per i pazienti psichiatrici, nell'incrementare la capacità di famiglie e pazienti di distaccarsi dal nucleo familiare e/o dal sistema di assistenza di ASL e Servizio Sociale e affrontare esperienze di vita autonoma, nel diffondere la cultura della partecipazione a progetti di integrazione sociale in partnership da parte di enti, scuole e aziende, consolidando la capacità di attivare e gestire percorsi di autonomia strutturati attraverso la partecipazione di soggetti non legati al mondo dell’associazionismo sociale e realizzati in situazioni di vita quotidiana.

Gli obiettivi specifici sono invece rappresentati da: l'abbandono della dimensione unicamente clinica della psichiatria e dall'accettazione della più vasta dimensione antropologica della tutela della Salute Mentale intesa come miglioramento della qualità della vita; lo sviluppo e la promozione di modelli di intervento e di attività focalizzati sull’empowerment dei pazienti; l'offerta ai pazienti della possibilità di vivere aspetti di vita quotidiana affrontando il peso delle relazioni con gli altri, ed alle famiglie la possibilità di rispondere alle esigenze di vita sociale dei propri figli; il sostegno alle attività riabilitative esistenti; l'incremento dell’autonomia dei ragazzi attraverso processi focalizzati sulla valorizzazione di se stessi e la consapevolezza delle proprie capacità.

 

Il progetto, avviato a gennaio del 2012, si è concluso nel mese di dicembre dello stesso anno, raggiungendo ottimi risultati, che ne comporteranno il rinnovo in caso di reperimento di nuovi fondi. 

 

Commenti

Complimenti

Ben detto e ben fatto!