Accesso Utente

Commenti recenti

Uptime del sito

Home | Gruppi e Sedi territoriali | Pescara

Progetto "Borsa Lavoro" - Attività dell'Associazione

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Progetto di preformazione e preinserimento lavorativo promosso dalla Regione Abruzzo (Legge Regionale n. 94 del 18 maggio 2000) e finanziato dal Dipartimento di Salute Mentale di Pescara. L'attività è rivolta agli utenti dei Centri di Salute Mentale, di età compresa tra i 18 ed i 45 anni, la cui situazione clinica evidenzia un livello avanzato dello stato di recovery; la sezione di Pescara dell'Associazione "Percorsi" basa il progetto sull’implementazione da parte dell’utente di un’attività lavorativa protetta per 40 ore al mese (dal lunedì al giovedì, dalle ore 09:00 alle ore 11:30), consistente in attività di segreteria e redazione di un giornalino specifico.

Nel complesso la "Borsa Lavoro" viene considerata uno strumento terapeutico-riabilitativo i cui obiettivi principali sono l'emancipazione e l'integrazione sociale, la costruzione ed il consolidamento di un'identità e di un ruolo non solo legato alla malattia. Come già accennato rappresenta una risorsa operativa del Dipartimento di Salute Mentale che, avvalendosi di fondi regionali e nazionali, eroga Borse Lavoro presso Cooperative sociali, aziende profit, associazioni ed Enti pubblici, diventando così  promotori di Salute Mentale agganciandosi e condividendo la responsabilità con le altre realtà del territorio (imprenditoria, associazionismo, Enti, Cooperazione), che con essi vogliono condividere percorsi e progetti di inclusione sociale. Molto semplicemente la Borsa Lavoro consiste in un assegno in denaro che viene erogato direttamente alle persone seguite dai Centri di Salute Mentale; una volta individuata l'azienda ospitante e firmato il contratto, la persona in oggetto viene collocata nel settore produttivo individuato per le ore definite nel contratto e predefinite dalla normativa vigente. Un'azione di monitoraggio e supporto delle Borse Lavoro avviate viene svolta dagli operatori dei Servizi di Salute Mentale; l'azienda ospitante non ha nessun obbligo e nessun onere nell'avviare un percorso di inserimento lavorativo, oltre alla formazione nei compiti che saranno assegnati al borsista.

In allegato la Legge Regionale 94.

AllegatoDimensione
L.R. 18 maggio 2000, n. 94.pdf145.4 KB