Accesso Utente

Commenti recenti

Uptime del sito

Home

Tutte le parti hanno accesso alle stesse informazioni

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

https://cdn0.iconfinder.com/data/icons/large-glossy-icons/512/Notes.pngNella Pianificazione del processo di Recovery centrato sulla persona, la persona (e la famiglia come parte in causa pertinente) vengono fornite di adeguato supporto ed informazione precedentemente all’incontro di pianificazione in modo tale da essere preparati e poter partecipare in una posizione di parità (con gli operatori).

 

L’accesso paritetico alle informazioni, a cui spesso ci si riferisce come “trasparenza” è essenziale per spianare il campo di gioco e per consentire alle parti in causa di partecipare come pregevoli membri del team e del processo di panificazione; trasparenza vuol dire pure che le persone possono esaminare quando vogliono tutto quanto viene registrato al loro riguardo; poiché agli utenti viene offerta una copia del loro piano scritto di Recovery, essi possono scrivere sui documenti che li riguardano punti di vista e argomenti alternativi rispetto a quanto trovano già scritto; inoltre le registrazioni dovrebbero essere facilmente disponibili alla lettura, in modo che alla insorgenza di situazioni nuove non si debba “reinventare la ruota” e la persona ed il team possano apprendere dalle passate esperienze.

 

Offrire abitualmente una copia del proprio piano di recovery all’utente del servizio invitandolo ad esaminarlo ed a esprimere il proprio giudizio sullo stesso è considerato una prassi essenziale nel Processo Centrato sulla Persona; per esempio “Ci siamo incontrati la settimana scorsa con il Team per parlare riguardo le tue priorità nei prossimi mesi e ho cercato di buttare giù un piano di Recovery con le mete, gli obiettivi e gli interventi di cui abbiamo discusso nel meeting; mi piacerebbe che  gli dessimo uno sguardo assieme e ce ne rendessimo consapevoli in modo da essere sicuri che sia tutto OK; e mi piacerebbe anche che tu prendessi una copia dei documenti che ti riguardano, perché il piano sarà uno strumento importante che configurerà il modo in cui in seguito lavoreremo assieme per fare progressi”.

 

Offrire una copia del piano ed essere aperti al giudizio ed alla revisione dello stesso è consistente con la nozione di trasparenza nelle relazioni in quanto il piano stesso è una manifestazione della partnership su cui il Piano centrato sulla Persona si basa; inoltre questa pratica chiave – spesso più che tante altre strategie – può avere un semplice ma potente impatto nella implementazione del Piano centrato sulla Persona; infatti il solo fatto di sapere in anticipo che dovrai consegnare una copia del piano nelle mani dell’utente e dovrai supportarlo nell’esaminarlo e nel fornire un feedback , spesso migliora drasticamente la qualità del documento scritto; infatti in qualità di operatore ti sentirai sensibilizzato ad usare una forma di linguaggio accessibile nel descrivere la persona e la sua vita, lavorando nel contempo con diligenza per onorare realmente le preferenze della persona e le priorità descritte nella minuta del piano.

 

"Trasparenza significa che i piani sono scritti, per quanto possibile, usando le parole stesse della persona, e che tutte le parti hanno accesso alle medesime informazioni in modo da abbracciare e portare avanti effettivamente le responsabilità connesse con il piano ed il processo di Recovery."

 

Cosa vuol dire questo in pratica?

  • - Il linguaggio usato nel piano è comprensibile a tutti e se contiene locuzioni gergali, i termini sono spiegati a tutte le persone coinvolte;
  • - Alle persone che usufruiscono del servizio viene SEMPRE offerta una copia del piano e viene data la possibilità di esprimere un parere; offrire una copia del piano è una importante implicazione della partnership su cui il piano si fonda ed invia un messaggio circa il fatto che il piano è una parte importante del processo e non soltanto un mero pezzo di carta burocratico richiesto dalle registrazioni cliniche.

 

Tratto da Janis Tondora e altri;  "Partnering for recovery in mental health - a practical guide for person centered planning" - Pag. 32