Mostra la lista degli articoli in questa sezione
sulmona-oreficeria

Sulmona – Pazienti-orafi al centro diurno donano gioielli alla Giostra

Print Friendly, PDF & Email
(Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2018)

SULMONA. Creatività e autostima per rendere autonome le persone con problemi psichici. È nato così il progetto “Elastica-mente”, ideato e condotto dalla psicologa Mariachiara Pagone, che ha…

Continua a leggere su “Il Centro”

Guarda le foto dell’evento su reteabruzzo.com

Altri contenuti su “Centroabruzzonews”

“Questi ragazzi hanno ritrovato la propria identità che si inserisce in un contesto cittadino” ha affermato Sconci, sottolineando che attraverso il lavoro e la fantasia “abbiamo fatto bingo se pensiamo che persone  che in altri tempi sarebbero state definite attraverso la loro malattia, perdendo la propria identità. Al posto di entrare in un reparto di psichiatria entrano in un laboratorio lavorando, imparando la storia e inserendosi nella manifestazione più bella della città che è la Giostra.

Le finalità del progetto sono state quelle di rendere gli utenti autonomi nella realizzazione di un prodotto artigianale, affinando la loro manualità fine. Il lavoro di oreficeria richiede, infatti, attenzione e precisione. Le attività teoriche e laboratoriali sono state centrate sull’apprendimento, sulla discussione, sull’ideazione ed infine sulla realizzazione del prodotto.

Si è valutato durante il progetto la dimensione individuale, lavorando e potenziando l’area psicologica (si è permesso all’utente di mettere in discussione le sue abilità creative e manuali. L’obiettivo è stato quello di portare a compimento un progetto di tipo creativo, migliorando l’autostima del soggetto) e l’area cognitiva (li dove sono state potenziate le capacità mnestiche e attentive).

 

Condividi...