Mostra la lista degli articoli in questa sezione
brainstorming

Riflessione ed apprendimento (nella gestione dei servizi di salute mentale orientati al Recovery)

Print Friendly, PDF & Email
(Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre 2018)

Tratto da “Melbourne University Recovery Library” – vai alla pagina relativa

Questo tema delinea il genere di consapevolezza, la pratica professionale auto-riflessiva e l’apprendimento necessario ai professionisti della salute mentale per fornire un’assistenza finalizzata alla salute mentale orientata al Recovery di alta qualità.

Questo tema risponde anche all’esigenza di riscontro da parte delle persone che accedono al servizio e ai loro altri familiari per informare il miglioramento del servizio in corso.

Principi di base

Un’assistenza alla salute mentale di alta qualità richiede una riflessione critica continua e un apprendimento continuo. Le competenze esperenziali basate sul vissuto di malattia mentale e recupero delle persone sono una risorsa preziosa utilizzata nella fornitura di cure mentali di alta qualità.

Capacità chiave

Comportamenti

  • perseguire attivamente l’apprendimento professionale, la supervisione e le opportunità di sviluppo per rafforzare continuamente la propria capacità di fornire un’assistenza di salute mentale orientata al Recovery di alta qualità;
  • cercare riscontri da persone che accedono al servizio e da loro altri familiari, nonché da colleghi, dirigenti e supervisori per identificare i propri punti di forza e le proprie necessità;
  • sfidare lo stigma e la discriminazione nella propria e altrui pratica attraverso processi di riflessione professionale;

Attitudini

  • impegnarsi a migliorare costantemente la propria pratica professionale;
  • considerare opportunità di fare riflessioni sulla propria pratica;
  • impegnarsi a mettere in atto valori e principi di Recovery nella pratica e a sostenere i diritti delle persone;
  • valorizzare la competenza e il coinvolgimento attivo di persone con esperienza vissuta e dei familiari di questi,  nello sviluppo professionale, nella ricerca e nelle attività di miglioramento della qualità.

Abilità

  • dimostrare auto-consapevolezza e auto-riflessione per identificare i propri punti di forza e le opportunità di sviluppo per migliorare continuamente la propria pratica;
  • poter spiegare in modo articolato come i propri valori, atteggiamenti e convinzioni informino la pratica, in particolare quando si lavori con persone di diversa provenienza e background culturale;
  • essere in grado di utilizzare le proprie esperienze per comunicare ed entrare in empatia con le persone;
  • utilizzare una serie di abilità, pratiche e approcci basati sull’evidenza per assistere le persone nei loro sforzi di Recovery.

Conoscenze

  • conoscere e utilizzare una gamma di modelli di servizio e approcci coerenti con i principi del Recovery;
  • aggiornare continuamente la propria conoscenza della vasta gamma di opzioni di supporto disponibili per le persone;
  • impegnarsi per migliorare continuamente i propri saperi riguardo la base di conoscenze del momento relativamente a diverse modalità di intervento, comprese terapie e trattamenti complementari, per ampliare le scelte disponibili per le persone;
  • dimostrare una certa conoscenza e apertura a una gamma di terapie biomediche, psicoterapeutiche, di autoaiuto, di guarigione tradizionale,  complementari;
  • contribuire alla conoscenza e alla base di conoscenze esistenti conducendo ricerche all’interno del servizio.

Buone pratiche

  • Riflettere per verificare se la pratica professionale è allineata con l’approccio di Recovery.
  • Utilizzare la supervisione professionale, il supporto, il tutoraggio e il resoconto per esaminare il proprio approccio e il grado in cui la propria pratica è orientata al Recovery.
  • Intraprendere lo sviluppo professionale guidato da persone con esperienza vissuta.
  • Intraprendere periodiche analisi del lavoro di gruppo per discutere delle difficoltà emergenti e mostrare i progressi.
  • Riflettere sui propri valori, sulle proprie necessità di sviluppo e sui propri limiti.

Buona Leadership

  • Garantire una serie di opportunità alle persone con esperienza vissuta di fornire una guida nella pianificazione, nella erogazione e nel miglioramento dei servizi.
  • Garantire una serie di opportunità per le persone con esperienza vissuta di avere leadership in attività di sviluppo professionale come la formazione e la supervisione al Recovery.
  • Utilizzare il riscontro delle persone che accedono ai servizi e ai loro familiari per informare il miglioramento della qualità.
  • Modellare la volontà di cercare consigli, supporto e idee dagli altri.
  • Praticare un approccio e una cultura di indagine, speranza, innovazione e riflessione.
  • Abbracciare le opportunità di innovazione.
  • Rivedere regolarmente se il servizio fornito è orientato al Recovery.
  • Guidare alla ricerca basata sul servizio.
  • Cercare la supervisione dei pari.
  • Creare e utilizzare opportunità di apprendimento e assicurarsi che si verifichi l’apprendimento dei valori della cultura del servizio.
  • Garantire il coinvolgimento dei consulenti degli utenti e degli operatori di assistenza nelle revisioni dei casi o nelle revisioni cliniche basate su team.
  • Garantire che le persone con esperienza vissuta partecipino agli organi di governance del servizio.
  • Promuovere la forza lavoro e la co-progettazione tra pari.
  • Incorporare un orientamento al Recovery nei processi di selezione del personale; comprendere le capacità richieste per una pratica professionale in linea con un approccio al Recovery e operare con competenza con l’apporto di persone di diversa estrazione, potrebbero essere condizioni per il reclutamento del personale.
Condividi...

Lascia un commento

19 − cinque =